La Veneti nel Mondo è nata a Verona il 28 marzo 1998 come una libera associazione culturale e di aggregazione degli emigrati veneti all’estero.  Dal settembre 2002 ha fissato la sua sede a Camisano Vicentino, in provincia di Vicenza. Nel 2003 la Giunta Regionale ha approvato l’iscrizione della Veneti nel Mondo nel registro regionale delle associazioni venete. Nel 2010 l’associazione è stata eletta nella Consulta dei Veneti nel Mondo (istituita dalla Legge Regionale del Veneto, 9 gennaio 2003, n°2) e fa parte di quella del periodo 2015/2020.

Le radici profonde non gelano, scriveva Tolkien ne “Il Signore degli Anelli”. E’ questo il motto della Veneti nel Mondo, che esprime l’essenza del nostro essere associazione: vivere riconoscendo le proprie origini, il legame con la Patria, un impegno morale quotidiano per mantenere una cultura, ricevuta da genitori e nonni, che vogliamo preservare e rinnovare di generazione in generazione, insieme alla memoria delle storie individuali e collettive di un popolo che ha lasciato, e purtroppo continua a lasciare, la propria terra.

Noi richiamiamo l’attenzione su un simbolo, che oggi si alza al centro delle piazze di molte cittadine del Sud America, ed è l’immagine della visione e dello spirito di Venezia, che ha governato il Veneto per dieci secoli, è sintesi della sua forza e della sua missione: il Leone di San Marco, la luce che unisce la Patria, l’identità veneta, e il Cielo, che da un messaggio universale.

 

La nostra associazione si propone di:

  • collaborare con le comunità venete all’estero realizzando varie iniziative di carattere culturale, formativo e di cooperazione imprenditoriale.
  • prestare ampia e diffusa assistenza a favore dei Veneti che risiedono all’estero e di quelli che intendono rimpatriare (parità di trattamento per la persona e la famiglia dell’emigrato, nonché dei suoi discendenti che rientrano, riconoscimento della cittadinanza, alloggio, scuola e qualificazione professionale, tutela previdenziale, difesa dei diritti dei nostri connazionali);
  • promuovere e diffondere la lingua e la cultura veneta, attraverso la conoscenza del territorio, dell’ambiente naturale e storico, dell’arte, delle tradizioni nonché della realtà sociale ed economica veneta;